Il progetto
Un abbraccio, una stretta di mano, il passare una serata fuori con gli amici.

Ecco cosa il Coronavirus ci ha tolto in pochi mesi. Ed ecco perché, in pieno lockdown, è nato Salernity: un progetto digitale e sociale, promosso dall’associazione Buon Vivere durante l’emergenza Covid-19, con l’obiettivo di rafforzare il senso di comunità riunendo sotto un unico tetto diversi mestieri, saperi e visioni con l’obiettivo di fare rete e far ripartire, insieme, le attività della città di Salerno.

Visual identity e payoff
Durante la pandemia del Coronavirus abbiamo riscoperto l’importanza e il valore dei gesti, anche i più semplici. L’identità visiva di #Salernity nasce proprio da questo insight, riproponendo la stilizzazione simbolica di un gesto “bandito” durante il periodo Covid-19 che da sempre ci trasmette unità, affetto a vicinanza: l’abbraccio.

Lo studio del logo, che prende vita da questo abbraccio tra due persone visto dall’alto, è accompagnato dalla scelta di una palette che richiama gli stessi colori della città di Salerno in un incontro da tra due colori primari molto diversi tra loro (uno caldo e uno freddo) ma che si fondono alla perfezione.

Ma non solo. Questo abbraccio, simbolico e virtuale, è accompagnato dal payoff (convertito in hashtag data la natura digitale del progetto) #restiamouniti: un vero e proprio inno alla creazione di un dialogo e di una comunità.

Website
Più che un sito un luogo di contatto virtuale dove scoprire il progetto, confrontarsi e condividere saperi per avviare insieme un dialogo collaborativo sul futuro della città e sulle azioni da fare per valorizzarla.

Activation & Ambassador
Le due A che che hanno permesso a questo progetto di diffondersi in pochissimo tempo creando una community territoriale. Questo attraverso un activation social partita dalla pagina IG e supportata da vari ambassador del territorio.

Showman, musicisti, architetti, magistrati, giornalisti e sportivi si sono ritrovati tutti uniti da un gesto di vicinanza reciproca che in poco tempo ha fatto il giro della città coinvolgendo centinaia di persone sotto la firma #Salernity, la parola chiave con cui contrassegnare il proprio contributo.

Share on: